Charles Oliveira: Khabib merita tutto il rispetto del mondo, ma non mi ha battuto

Charles Oliveira: Khabib merita tutto il rispetto del mondo, ma non mi ha battuto

Il campione in carica UFC dei pesi leggeri Charles Oliveira, che ha vinto il titolo vacante contro Michael Chandler, non pensa di essere messo in ombra dall'ex campione di divisione Khabib Nurmagomedov, ritiratosi l'anno scorso.

"Molte persone mi hanno detto che dopo il combattimento con Chandler, avrei dovuto attaccare Khabib indossando la maglietta appropriata, o dicendo qualcosa su di lui alla fine", ha detto il brasiliano in un'intervista a MMA Fighting. “Khabib è un grande campione, 29-0, e merita tutto il rispetto del mondo. È uscito e ha sempre mostrato lo stile dominante. Si è ritirato perché suo padre è morto e per questo merita ancora più rispetto. Ha giurato sulla tomba di suo padre che non avrebbe più combattuto, e qualunque cosa dico di lui, rimarrà in pensione ".

"Tutti vorrebbero vedere questa lotta, ovviamente, me compreso, ma non credo di essere nella sua ombra. Dice di aver battuto tutti nella divisione, ma non mi ha mai combattuto, quindi non può dire di aver battuto tutti - non ha battuto me. Sì, ha battuto tutti quelli che ha combattuto e merita credito per questo, ma il nuovo campione UFC dei pesi leggeri, Charles Oliveira, esce e finisce i suoi avversari. Una nuova eredità è iniziata nella divisione leggera. Quello che Khabib ha fatto finora è stato meraviglioso al cento per cento, lo rispetto, ma è iniziata una nuova era. L'era di Charles Oliveira "

Il prossimo avversario di Oliveira sarà molto probabilmente il vincitore del combattimento tra Conor McGregor e Dustin Poirier, e il campione non è affatto imbarazzato dal fatto che i bookmaker non lo considerano un favorito in questi confronti.

“Al contrario, mi rende felice. Mi piace essere un perdente. Esci e dimostra il contrario. Ogni volta che le persone pensano che io non possa farlo, esco e provo che si sbagliavano. Ogni volta che promettono di buttarmi fuori, finiscono per cercare la salvezza nei takedown. Ho dimostrato a tutti che ho un potere da eliminazione diretta. Non fa differenza per me se mi considerano un perdente o "un uomo per un'ora". All'inizio è sempre 50-50, ma vince chi è più preparato e ha scelto la strategia migliore ".

Ricordiamo che il terzo incontro di Conor McGregor e Dustin Poirier il 10 luglio guiderà il torneo UFC 264 a Las Vegas.


Diposting: 2021-05-26 16:24:13

Notizie precedenti | Prossime novità