Il vicepresidente dell'UFC ha reagito alle accuse di Conor McGregor

Il vicepresidente dell'UFC ha reagito alle accuse di Conor McGregor

Il vicepresidente dell'UFC Jeff Nowitzki, responsabile della politica antidoping dell'organizzazione, ha risposto a Conor McGregor, che domenica scorsa ha messo in dubbio pubblicamente l'obiettività dei test antidoping all'UFC, ponendo alla direzione della promozione una serie di domande scomode su questo argomento.

"Ciao Conor", ha twittato Nowitzki. “Ho risposto a tutte le domande che mi sono state poste alla conferenza stampa nel 2019. Ecco il link nel caso te lo fossi perso. Hai il mio numero e sai che sono SEMPRE pronto a discutere con te qualsiasi problema faccia a faccia. Rispetto "

Il giorno prima, Conor McGregor ha espresso indignazione per il fatto che l'UFC non segnala più test antidoping falliti e continua ad accettare la versione contaminata di integratori sportivi che i combattenti prendono come scusa.

In particolare, l'irlandese ha ricordato lo scandaloso incidente con Nate Diaz, che, dopo un test antidoping fallito, è stato autorizzato a litigare con Jorge Masvidal in quanto la sostanza contaminata è stata trovata nelle vitamine prese dal combattente. L'assurdità della situazione era che le vitamine contaminate erano prodotte da un'azienda fondata dai fratelli Nick e Nate Diaz.

McGregor ha anche chiesto di inviargli una giacca dall'USADA per 50 test antidoping di successo, promettendo di usarla come carta igienica.



Diposting: 2021-04-19 17:57:42

Notizie precedenti | Prossime novità